Psicologo L'Aquila, Gardelli,

 


Psicologo L'Aquila - Pescara

 

Fabio Gardelli



Psicologo Clinico e Formatore

Esperto in Programmazione Neurolinguistica Terapeutica Bio-Etica,

Ipnosi Ericksoniana, Ipnosi del Dolore, Iponosi Simbolica e Training Autogeno. 

 

Descrizione immagine

Per curiosi e professionisto sulla Pnl, Ipnosi e terapia... OPEN DAY dell'IKOS Ageform, Istituto di comunicazione olistica sociale, nel quale si parlerà di Ipnosi, PNL terapeutica, Psicoterapia strategica e nel quale verranno presentati i vari corsi professionalizzanti.
A condurre la giornata ci saranno la presidente della scuola quadriennale di psicoterapia PNL-t Daniela Poggiolini (psicologa, ipnoterapeuta, trainer in PNL, costellatrice familiare e supervisore di EMDR), Francesca Lafasciano (psicologa, psicoterapeuta, trainer in PNL e mediatrice familiare), Marco Magliozzi (psicologo, esperto in PNL ed Ipnosi) e Fabio Gardelli (psicologo, esperto in PNL ed Ipnosi).
L'evento si terrà nel giorno 27 febbraio ore 15.00-18.00 a Chieti (Sala Conferenze Comune di Chieti) ed il giorno 28 febbraio ore 14.30-17.30 a L'Aquila (presso la Casa del Volontariato: CSV). Ricordo a tutti che la partecipazione è gratuita e che sarà una grande occasione per conoscere da vicino il mondo dell'Ipnosi e della PNL direttamente dalla prof.ssa Daniela Poggiolini, uno dei massimi esponenti in Italia del modello e creatrice del modello PNL-terapeutica ed Ipnosi bioEtica.
Per maggiori info contatteci ai numeri: 3407143887 (Marco) o 3393024876 (Fabio)
Per prenotarsi inviate una mail di conferma con i vostri dati all'indirizzo info@ikosageform.it o marcomagliozzi@yahoo.it (se studenti specificare il corso di laurea e l'anno)


serie di utili link:
Sitoweb di IKOS Ageform
Pagina wikipedia sulla PNL terapeutica

Descrizione immagine

COMUNICATO STAMPA


Tre incontri molto speciali rispettivamente a Bari, Chieti e L’Aquila con L’IKOS Scuola Leader in PNL terapeutica bioETICA.


Paura, ansia e panico, 3 OPEN DAY


La moltiplicazione delle informazioni porta nelle nostre case sempre più notizie allarmanti di orrori ed errori,  continuamente; le guerre proliferano in ogni dove, la crisi impedisce alle persone di vivere in modo dignitoso, le madri uccidono i loro figli, i padri trucidano le madri, gli adolescenti si attaccano tra loro come belve feroci e poi ci meravigliamo se paura, panico stati ansiosi, generalizzati, hanno il primato della causa del disagio di VIVERE. Stando alle ultime statistiche, di questi ‘mali’ ne soffre il 3,5% della popolazione mondiale.

Ma solo chi lo ha vissuto e lo teme sa bene di cosa stiamo parlando... Durante un attacco di panico si ha la percezione di stare per morire
manca l’aria, le labbra si fanno secche e la bocca amara sembra che impedisca di pensare...  Anche Zucchero l’ha confessato nel numero di giugno di Ok salute, il mensile wellness di Oggi: ho sofferto di depressione per quattro anni e pure, e attacchi di panico, finché mi sono fatto curare e ora è tutto un ricordo.

La paura è comunque un’emozione primordiale che tutti proviamo di fronte a una percezione di pericolo, utile a fermarci quando la vita è in pericolo, ma poi accede a volte che questo meccanismo così semplice e utile,  a causa di un ‘precedente’ che può perdersi nel passato remoto di noi bambini, torna a galla con tutta la sua forza ed prorompere e  arrivar. Fino a noi nell’oggi.  È  il tanto temuto attacco di panico, di ansia feroce che sbrana, di paura della paura spesso senza alcun fondamento, di panico puro che annienta e distrugge fino a diventare protagonista assoluto di intere giornate.

La paura è un frutto dell’inconscio e si presenta ogni qual volta si teme che una cosa o una circostanza o una persona possa minare alla nostra sicurezza o esistenza oltre ogni possibile spiegazione logica che ne spiega l’innocuità.

L’ansia è uno stato psicologico caratterizzato dalla paura e che può sfociare in vari disturbi, fra cui il panico. Ecco, quello fatto fin qui è uno scenario molto diffuso, ansia, panico, paura, sono  disturbi che esistono da millenni, da sempre. Il sistema di allarme dell’organismo, quando soffre di una disregolazione scatta anche in mancanza di vero pericolo, ma la persona che ne soffre non lo sa, non può spiegarselo e quindi basta anche un piccolo evento a scatenarlo.  La primaria caratteristica è proprio questa: una   esplosione improvvisa, che scoppia a ciel sereno come una granata in tempo di pace.

Attraverso l’Open Day del 24 febbraio, voluto fortemente dall’Università degli Studi di Bari , facoltà di Medicina, e dall’IKOS, scuola di specializzazione in psicoterapia in PNLt bioETICA, se ne parlerà a lungo, con la prof.ssa Poggiolini affronteranno questo delicatissimo tema medici, sociologi e terapeuti esperti in psicoterapie brevi mirate e bioetiche. Si replica il 27 febbraio a Chieti con il patrocinio del Comune e il  28 sempre dello stesso ente a L’Aquila. Le location dei due eventi saranno a Chieti nella sala

Anche secondo l’Istituto Nazionale della salute mentale, ansia, panico e disturbi correlati colpiscono circa 19 milioni di cittadini europei e il numero è destinato ad aumentare dati i tempi così oscuri e le problematiche sempre in crescendo. Una domanda a chi ogni giorno è a contatto con pazienti che vivono  tali disagi :

Prof.ssa Poggiolini, patologie devastanti, queste, e spesso impossibili ad essere vinte, comunque tempi lunghi per debellale quando si può?

‘Sempre si può. La strada è più breve di quanto sembra, ogni malattia patologia e disagio ha un dono per noi quando non ci lasciamo sopraffare da essi; capiremo come l’ansia, o cose simili, è ‘superata’ quando consapevolmente coglieremo l’insegnamento che nasconde e che ci chiede di leggere. Contrariamente a quello che si pensa, ogni passaggio difficile e doloroso ci consente di comprendere e ascoltare i nostri veri  bisogni, quelli  più autentici che forse sono stati messi da parte per altro che è inutile alla personale evoluzione. Anche il prof. Giovanni Battista Cassano dell’Università di Pisa afferma che è possibile uscire da tali stati e per citare il mio Mentore, il mio grande maestro Milton Erickson aggiungo che è lavorando su altro che si può guarire ciò che il corpo (voce dell’inconscio) racconta con le sue stravaganti modalità. In un recente studio svolto anche da noi all’IKOS oltre che da l’Istituto di Ipnosi Ericksoniana a Torino,  l’ipnosi è stata protagonista di sperimentazioni, utilizzata in casi di attacchi di panico, collegati all’idea del volo, e ha dato risultati eccellenti .                                            

Gli studi sopra riportati confermano l’importanza dell’uso dell’ipnosi per il trattamento di disturbi quali attacchi di panico, agorafobia e paura di volare. Infatti l’ipnosi, da sola o combinata ai trattamenti standard per questi disturbi, porta ad un più significativo miglioramento della sintomatologia.’

La corsa su Internet per cercare cause, effetti e rimedi a volte alimenta ancora di più lo stato ansioso, provocando l’insorgere di nuovi sintomi facendo proprie le esperienze emozionali altrui. La corsa ai farmaci  è la soluzione più immediata ma che non risolve se il paziente non assume su di sé la responsabilità della propria guarigione e per fare ciò è necessaria un percorso di consapevolezza, un viaggio verso se stessi. Il paziente guarisce quando diventa consapevole della relazione fra la paura di star male e la sintomatologia che ne deriva. Quando comprende ad un livello profondo il messaggio che porta in seno quelle che chiamiamo patologie, si hanno tanti attacchi quanti se ne temono e arrivano poi fino al momento in cui si rassettano cose sospese, si riprende il lavoro verso la consapevolezza della propria autostima e ci si re-incammina verso quel senso di mission che appaga e riempie. Di questo e molto altro si parlerà presso il centro Polifunzionale dell’Università di Bari  - ex Palazzo delle Poste - nella sala delle Conferenze del comune di Chieti e a L’Aquila. L’ingresso è gratuito e aperto a tutti. Per informazioni contattare IKOS allo  080.521.24.83